Morire di paura

Sulla psicologia del Lubitz, di quel ragazzo tranquillo col sogno di volare, si potranno naturalmente fare tutte le ipotesi possibili. Si potrà dire, e si dirà, tutto e il contrario di tutto; non è certo il primo ragazzo tanto discreto e calmo che combina i peggiori disastri, e non sarà l’ultimo; del resto, anche la sua planata sulle montagne sembra essere avvenuta nella massima calma e tranquillità, mentre il comandante se ne stava là fuori a non farsi aprire e i passeggeri cominciavano a urlare. Ma sarà bene parlare anche di una certa porta arcisicura, di quella porta talmente antirerrorismo da non riuscire a farsi aprire neppure dal comandante. Di tutta questa gran sicurezza che chiude tutto dall’interno, senza nessuna possibilità di dare accesso. Di dispositivi che escludono anche i sistemi di apertura di emergenza. Di tutto ciò che, insomma, in nome della sicurezza ha fatto sì che quel cazzo di porta, chiusa dal tranquillo copilota tedesco Lubitz, non si aprisse più; e, se tanto mi dà tanto, i disgraziati passeggeri dell’Airbus devono la loro morte più a tutto questo che ai neuroni del giovanotto di Montabaur (Renania). Devono la loro morte al fatto che la prima domanda che è stata posta a proposito del copilota, sia stata relativa alla sua religione e alla sua etnia. Devono la loro morte, in ultima analisi, pure loro al terrorismo. Al terrorismo della sicurezza ad ogni costo. Al terrorismo delle impenetrabili porte chiuse. Al terrorismo impalpabile dell’idiozia securitaristica, dalla quale dovremmo guardarci molto di più che dall’ISIS.

Che se ir Venturi non esistesse, bisognerebbe inventarlo, ma non ci si riuscirebbe mica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...