Compromessi

Quello che segue e’ uno stralcio di un dialogo tratto da Distress di Greg Egan.


Gli ricordai: – Hai sempre detto che non ti saresti mai sposato. La monogamia era per i deboli. Il sesso con le conoscenze occasionali era più onesto e migliore per tutte le persone coinvolte.
Angelo rise, ma strinse i denti. — Avevo diciannove anni, quando parlavo cosi.
(…)
Angelo fissò il tappeto; tutt’a un tratto si era fatto molto pensieroso. — A quell’epoca. L’intera idea di una famiglia… — rabbrividì —   mi sembrava come essere seppelliti vivi. Non riuscivo a immaginare niente di peggio.
Cosi sei diventato adulto. Congratulazioni.
Mi fissò con ira. — Non essere cosi maledettamente saccente.
Scusa — risposi. Non l’aveva detto in tono scherzoso. Evidentemente avevo toccato qualche nervo scoperto.
Disse: — Nessuno diventa adulto. È una delle peggiori bugie che ti dicono. La gente cambia. La gente adotta dei compromessi. La gente finisce per trovarsi in situazioni in cui non vorrebbe essere… e cerca di fare il meglio che può. Ma non cercare di dirmi che è una sorta di… grandiosa e preordinata salita alla maturita emotiva. Non lo è.
Dissi, imbarazzato: — È successo qualcosa? Fra te e Lisa?
Scosse la testa in segno di scusa. — No, tutto è a posto. La vita e meravigliosa. Io li amo tutti. Ma…— Guardò dall’altra parte, era visibilmente teso. — Solo perché impazzirei se non fosse così. Solo perché devo far funzionare la cosa.
Perciò ci riesci. A farla funzionare.
Si! — Aggrottò la fronte, frustrato per il fatto che non capissi. — E a dire il vero non è tanto difficile, almeno non più. È semplice abitudine. Ma… pensavo che ci fosse altro. Pensavo che se fossi cambiato nel dare valore a una cosa piuttosto che a un’altra, sarebbe stato perché avevo imparato qualcosa di nuovo, perché avevo capito meglio qualcosa. E non e affatto così. Do importanza a quello che ho. Ecco tutto. La gente fa di necessita virtù. Benedice quello che non puo lasciare.
Continuò: — Io amo Lisa e amo le bambine… ma non c’è una ragione piu profonda, tranne il fatto che questo è quanto di meglio posso fare della mia vita adesso. Non sono in grado di discutere un singolo pensiero da me espresso quando avevo diciannove anni. Perché non è che mi trovi meglio, ora. Non sono più saggio. È questo che mi dispiace: tutte le bugie pretenziose che ci hanno detto sulla crescita e la maturità. Nessuno ne è mai uscito pulito e ha ammesso che amore e sacrificio sono solo ciò che fai per rimanere sano quando ti trovi costretto in una diversa prospettiva.

Annunci

2 thoughts on “Compromessi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...