Fuochi di San Lorenzo

San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla
arde e cade, perché sì gran pianto
nel concavo cielo favilla…

In questo periodo non ho voglia di fare un accidente.

Mentre aspetto le stelle cadenti, il cui picco e’ previsto non per stanotte ma per la notte tra l’11 e il 12, verso l’alba (grazie, Fea!), giocherello con i fumetti e cerco di capirci qualcosa in quello che sta succedendo in Ossezia del Sud.

Per il momento ho capito che praticamente tutti i nostri media dipingono la Russia come il cattivone che ha attaccato senza motivo la pacifica Georgia, mentre sembra che sia stato il governo georgiano ad attaccare all’improvviso, appena dopo aver concordato una tregua, utilizzando anche armi pesanti sui civili [*] [**] e bombardando l’unica via di fuga per i profughi che cercavano di lasciare la capitale dell’Ossezia.

Quel che non si capisce bene e’ il perche’ di tutto questo. Considerando che la Georgia e’ stata armata e ha ricevuto aiuti in forma di addestratori militari dagli USA, una delle ipotesi che circolano e’ che questi ultimi utilizzino la Georgia per tenere sulla corda la Russia, per punzecchiarla, per metterla in cattiva luce, etc. L’altra ipotesi, molto complottistica ma interessante, prevede un doppio gioco degli USA, che da un lato spingono la Georgia a buttarsi nell’avventura bellica, magari promettendo appoggi di varia natura, e dall’altra concordano uno scambio con l’amico-nemico Putin, che ora puo’ sistemare le cose con il riottoso vicino e che dovra’ in seguito a sua volta chiudere un occhio su… cosa? un’invasione dell’Iran?

Vedremo. Per il momento la guerra alle porte dell’Europa costituisce per i piu’ solo un disturbo fastidioso, una zanzara mediatica da scacciare per poter tornare a guardare in pace il teatrino delle Olimpiadi, facendo finta che dietro le quinte sia tutto normale, altrimenti ci si rovina lo spettacolo.


[*] The Georgian Army crossed the border of South Ossetia on the early hours of August 8, 2008 after overnight bombardment of Tskhinvali by heavy artillery (howitzers), 122 mm multiple-launch rocket systems “Grad”, and large-caliber mortars. [fonte]

[**] Aggiungo in ritardo il link a questo post di Uriel, che parla dell’uso dei missili Grad e del doppiopesismo dell’Occidente.

Annunci

4 thoughts on “Fuochi di San Lorenzo”

  1. Il mio informante preferito dice lo stesso: Il cattivo sarebbe il presidente della Georgia. Agosto sembra un mese buono per andare fuori testa militarmente…

  2. Il tuo informante e’ bene informato?

    Piu’ che altro sembra che le Olimpiadi costituiscano un bel guarda-l’uccellino dietro cui nascondersi…

    (bentornato! :D)

  3. Che c’è dietro qualcosa di poco chiaro è fuor di dubbio…non so chi abbia fatto il “primo passo”, sembrerebbe davvero la Georgia, ma il tutto mi sembra molto strano…certo è che lo zampino degli USA è abbastanza scontato…ma io mi chiedo: se questi USA “mettono in cattiva luce” un po’ tutti, con chi condivideranno i prossimi imperialismi? Con il nano?

    Buon Ferragosto!

  4. Non e’ detto che non stiano gia’ condividendo il presente imperialismo proprio con Putin… Comunque dietro il riarmo della Georgia c’e’ anche Israele. E ci sono giochi politici sottili che non ho ben capito, andrebbero approfonditi.

    Buon ferragosto anche a te :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...