Nei fatti

Marco Travaglio, a Che tempo che fa, durante la famosa intervista che ha scatenato il putiferio ben noto, aveva detto:

«Schifani ha avuto delle amicizie con dei mafiosi? Io non scrivo che Schifani ha avuto delle amicizie con dei mafiosi perche’ non lo vuole ne’ la destra ne’ la sinistra»
(…) «oggi che nemmeno la sinistra vuole sentir parlare di queste cose, non ne parla piu’ nessuno»

Fin dal giorno dopo praticamente tutti i politici di maggioranza e opposizione sono corsi a dargli ragione confermando nei fatti, e cioe’ con una compattissima manifestazione di solidarieta’ per Schifani e di biasimo per Travaglio, cio’ che Travaglio stesso aveva detto.

Miguel, parlando della recente ondata di odio e di rappresaglie legali e non contro i rom, dice:

«Sono abituato a prendermi ondate di insulti da identitari di sinistra, quando dico che destra e sinistra non significano quasi più nulla.

Ma è così nei fatti.»

Ed elenca, appunto, un discreto numero di fatti, a inequivocabile sostegno dell’assunto.

Nei fatti il clima e’ cambiato non solo tra i politici, ma anche tra la gente comune, che si da’ a pestaggi a rumeni di passaggio (mica rom, rumeni), con massaie che cacciano “nomadi” dal supermercato, con bombe molotov lanciate in mezzo alle baracche dei campi rom (un altro fatto a cui prestare attenzione sarebbe la solerzia con cui verranno perseguite legalmente queste tentate stragi; sarebbe, se i media si degnassero di parlarne). La rabbia popolare, ben nutrita dai media (e dalla camorra) e appena appena contenuta dalle forze dell’ordine (me li vedo, scoglionatissimi, a presiedere controvoglia il perimetro dei campi), e’ in realta’ funzionale al disegno dei politici, disegno che si puo’ riassumere in un “ammucchiamoli tutti in uno stesso posto e/o cacciamoli via”. Terrorizzati da quest’onda montante di odio, li immagino piu’ remissivi e pronti a farsi spostare come pacchetti o rispediti oltrefrontiera.

Nei fatti, questo paese fa sempre piu’ schifo.

Aggiornamento:

Dicevo che era da tenere d’occhio l’eventuale apertura di indagini contro i lanciatori di molotov. Ebbene, pare che non ci sia nessuna indagine in corso:

“Ho chiesto – insiste Mohacsi – tramite l’avvocato dell’Opera nomadi cosa la giustizia stesse facendo e mi ha detto che non risultano inchieste. Nè sulla ragazza accusata di voler sequestrare un bambino, nè su chi ha lanciato le molotov contro i campi e li ha incendiati”

Annunci

3 thoughts on “Nei fatti”

  1. Grazie a te per il post, che merita.

    Quanto al mostriciattolo, wordpress ha un’opzione per cui puo’ assegnare un mostrino a caso ai commentatori che non hanno un’identita’ su wordpress – e quindi un avatar loro. Ti e’ toccato questo coso viola proboscidato. :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...