Primavera romana

Questa sera, dopo aver ascoltato in diretta il gr delle 19.30 di radiopopolare, ho voluto scaricare l’intera edizione – con la mia misera 56kb – perche’ c’era una notizia mi aveva colpito molto e volevo riascoltarla. La notizia ha a che fare da un lato con l’imminente ballottaggio per la poltrona di sindaco della capitale e dall’altro, e soprattutto, con l’episodio dello stupro avvenuto pochi giorni fa presso una stazione periferica di Roma. Riporto alcuni brani:

[dai titoli iniziali] Via le baraccopoli, espulsioni e impronte digitali: la ricetta di Berlusconi per i rom alla vigilia del ballottaggio per Roma, questa sera, alla chiusura della campagna elettorale.

(…) Berlusconi cavalca la questione sicurezza, soprattutto in chiave romana – siamo ormai a tre giorni dal cruciale ballottaggio nella capitale – ha parlato soprattutto di nomadi: «bisogna mettere fine alle baraccopoli, aumentare i campi di accoglienza temporanei, individuare anche attraverso le impronte digitali l’identita’ di queste persone» ha detto Berlusconi in un’intervista all’emittente Romauno. Poi ha aggiunto «Se non hanno un lavoro bisogna provvedere al loro rimpatrio». (…)

[l’inviata al comizio conclusivo di Alemanno] Alemanno, ormai senza voce a furia di inveire contro la Roma insicura, ha insistito anche oggi su quel tasto elencando l’omicidio Reggiani, lo stupro della Storta (…)

[dallo studio] Avete sentito citare l’episodio della Storta, la violenza avvenuta in una stazione periferica. Ecco, di li’ in poi la campagna elettorale per Roma ha preso una piega tutta diversa, si e’ spostata tutta sulla sicurezza, appunto. Ma su quel fatto sono emerse col passare dei giorni diverse questioni ancora tutte da chiarire. Sentiamo Ilaria Romano, radiopopolare Roma:

Che si tratti di coincidenze o di elementi da valutare attentamente uno per uno, il caso della violenza alla Storta presenta alcuni aspetti quantomeni strani. Il giovane ora accusato di tentato omicidio, violenza sessuale e sequestro di persona viene fermato poco lontano dalla studentessa ferita mentre cerca di scappare. In pochissimo tempo ha gia’ un avvocato, e non uno qualunque: e’ Francesco Saverio Pettinari, gia’ legale di Cesare Previti nel processo Imi Sir – Lodo Mondadori, un passato, pare, vicino al Movimento Sociale, almeno in gioventu’. Che cosa lo avrebbe spinto ad accettare questo incarico? E’ solo una delle domande che girano intorno a questa storia, perche’ c’e’ anche un’altra persona, entrata nelle cronache per caso, che e’ un volto gia’ visto: e’ uno dei due passanti [*] che hanno dato l’allarme, mettendo fine alle violenze, ed e’ lo stesso che in una foto di qualche tempo fa e’ insieme a Gianni Alemanno mentre firma il patto per la legalita’. E poi Joan Rus, quell’uomo presentato come una persona ai margini, che vive in un tugurio, in un covo, aveva scritto qualcuno, una buca di cui erano state diffuse persino delle fotografie. In realta’ pare avesse una casa, non sua ma di una parente, un lavoro, una moglie e una, forse due figli. E anche sulla famiglia pero’ qualcosa non torna. Due giorni fa il Messaggero riportava un’intervista rilasciata dalla signora ad un quotidiano romeno. «Non lo perdonero’ mai» avrebbe detto la donna, rientrata nel suo paese da poco solo per festeggiare la pasqua ortodossa appena trascorsa. Ma da poco quanto? Qualcuno nel quartiere dice di averla sentita litigare col marito esattamente una settimana fa, 24 ore prima dell’aggressione [**].

25 aprile:

La benemerita Pape mi dice che al tg3 delle 19 hanno parlato della faccenda, sottolineando le incongruenze che stanno emergendo e che la Procura vuole chiarire. Per esempio, i due testimoni, quelli che avrebbero “salvato” la ragazza, in realta’ si sono ben guardati sia dall’intervenire (erano in due contro uno, ma hanno preferito lasciar proseguire la violenza) che dal chiamare subito il 113, e hanno invece atteso di incontrare una pattuglia per denunciare il fatto. Non si capisce bene perche’ – data la natura del reato – i verbali dell’interrogatorio di Rus sono stati secretati. Forse perche’, come sottolinea Repubblica, «Non è escluso che durante l’atto istruttorio siano state fatte domande a Musci sui suoi rapporti con Gianni Alemanno alla luce del suo sostegno al piano di sicurezza del candidato sindaco di Roma per il Pdl.»


[*] Dal Corriere: I due, che hanno chiesto espressamente ai carabinieri di poter rimanere «nell’ombra», (…) non si sentono eroi e hanno deciso, quella sera, di non intervenire personalmente ma di affidarsi all’intervento dei carabinieri.

[**] Secondo quanto riferito dai suoi difensori, Rus è sposato e con due figli, ma la sua famiglia da tempo non vive nel nostro Paese.

2 thoughts on “Primavera romana”

  1. ciao e’ molto interessante questa notizia ma e’ vera? io ho scaricato tutti i gr ma non c’e questa notizia, mi potresti spiegare dove l’hai scaricato?
    ne ha parlato anche dagospia ed altri blog…
    vabbe’ se puoi rispondimi vorrei sentire questa registrazione, grazie.

  2. E ti pare che possa inventarmi una cosa del genere?
    Come ho detto, si tratta del gr delle 19.30 di ieri sera, scaricato direttamente dal sito di radiopop. Non so se la notizia sia stata ripresa dai successivi. Avrai notato che nella pagina di radiopopolare che ho linkato sono presenti solo gli ultimi tre gr. Il tuo commento mi appare scritto all’1.58, quindi dopo l’ultimo gr notturno. Immagino dunque che, a quell’ora, tu abbia trovato i gr delle 22.30, 23.30 e 00.30.
    In ogni caso, se hai dei dubbi a riguardo ti consiglio di contattare la redazione di radiopopolare e chiedere a loro. Gli indirizzi li trovi sul sito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...