Majority Report

Non c’e’ limite al peggio, sul serio.

Ho appena appreso di una storia incredibile che ha per protagonisti la trasmissione Report, Milena Gabanelli, Paolo Barnard (ex giornalista di Report) e un po’ di altra gente.

in poche parole, Report, quello che a detta di molti e’ l’ultimo baluardo di informazione libera della tv italiana, pare stia censurando sul proprio forum una serie di discussioni sorte a seguito della vicenda personale di Paolo Barnard (che, ironicamente, ha proprio a che fare con la censura dell’informazione), autore per la trasmissione di inchieste “scomode”, una delle quali e’ approdata in tribunale. Nonostante l’inchiesta (’Little Pharma & Big Pharma’, trasmessa una prima volta nel 2001 e poi ritrasmessa a grande richiesta nel 2003) fosse stata fortemente voluta dagli autori della trasmissione, nonostante venisse portata dalla RAI stessa come esempio di buona informazione, nonostante le reiterate assicurazioni a Barnard, da parte della RAI e della stessa Gabanelli, che non sarebbe stato lasciato solo a risponderne legalmente, ora non solo Barnard e’ stato “abbandonato” alla giustizia da parte dei suddetti, ma addirittura la RAI si e’ costituita in mora contro di lui, per rivalersi su Barnard qualora perdessero la causa.

Sul blog di Sabina Guzzanti una lettera di Barnard che riassume la questione, assieme a tutta la sua piu’ che comprensibile amarezza. Da leggere per cogliere la profondita’ dell’abisso.

2 thoughts on “Majority Report”

  1. Speriamo che si faccia un po’ di chiarezza su questa storia…Mi dispiacerebbe se la Gabanelli si macchiasse in modo indelebile…
    Un saluto dalla Svezia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...