Ciao, Arthur

Anche nella morte Arthur C. Clarke ha qualcosa di fantascientifico. Quando ci arriva la notizia è la sera del 18 marzo, e la morte è datata 19 marzo. Clarke è morto domani: effetti del fuso orario — Clarke abitava a Ceylon — e della moderna trasmissione delle notizie, più veloci della rotazione della terra.

 

2001.jpg

5 thoughts on “Ciao, Arthur”

  1. Era anzianissimo e non è neppure uno dei miei scrittori di sci-fi preferiti. Ma mi pare sommamente giusto che venga ricordato in un blog “mangiapreti” come questo ;)

    ben riconnessa :)

  2. Grazie :)

    Si, la sua vita l’aveva vissuta, non si tratta di certo di una morte “prematura”, ma insomma, dispiace sempre un po’…
    Non capisco il collegamento col blog “mangiapreti”: per il suo essere uno scienziato, per aver scritto il racconto sui 9 miliardi di nomi di Dio… per cosa? :)

  3. Perché, come ricorda anche “il Manifesto” di oggi (p. 15), “l’uomo non perdeva occasione per attaccare il Vaticano e le grandi religioni” ;)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...