C’era una volta

C’era una volta Babbo Natale.
Il buon vecchio rubizzo inventato dalla CocaCola, amato da generazioni di bambini, destinatario di milioni di letterine, impersonato da migliaia e migliaia di papa’ allo scadere della mezzanotte, moltiplicato all’infinito, uno per ogni centro commerciale, in modo che i genitori fiduciosi potessero far sedere i loro pargoli sulle sue ginocchia… ecco, proprio lui, o almeno una sua incarnazione virtuale, quella creata da Microsoft per messenger, ne ha fatta una bella: si e’ messo a parlare di sesso orale con un paio di bambine. Apriti cielo. Microsoft ha prima provato ad aggiustare la cosa e, non riuscendoci, lo ha rimosso dalla rete. C’e’ chi parla di easter eggs nascosti nelle pieghe del codice. Sia come sia, la figura rimediata da Microsoft non e’ proprio delle migliori.

*********************

C’era una volta il pool di Mani Pulite.
Quei magistrati che per anni furono il simbolo della lotta a Tangentopoli, della resistenza alle pressioni del mondo politico e finanziario, ovvero, in una parola, della Giustizia con la g maiuscola…

Ma oggi l’ex pool di Mani Pulite si spacca pubblicamente e clamorosamente sull’inchiesta aperta dal pm Alfredo Robledo nei confronti del sindaco di Milano Letizia Moratti per i contratti d’oro a 90 dirigenti esterni.

Che e’ successo? E’ successo che Di Pietro e Borrelli hanno preso le difese della Moratti, affermando che a volte in nome dell’efficienza della pubblica amministrazione, e’ necessario forzare i limiti della legalita’. D’Ambrosio, comprensibilmente sconsolato, replica:

Se avessimo ragionato così negli anni 90 non ci sarebbe stata Mani Pulite. Tutti coloro che indagavamo dicevano che facevano le cose per migliorare la situazione, ma noi abbiamo scoperto che invece la peggioravano con appalti inutili e vuoti. Il principio di legalità va difeso sempre e comunque.

*********************

C’era una volta la chiesa che non condannava i pedofili.
Ma finalmente Ratzinger si e’ espresso in modo inequivocabile sulla questione!

«I bambini vittime dell’amore corrotto»
«Giovani spesso ingannati da adulti senza scrupoli»

Ma, uh…

Come non detto, stava parlando d’altro.

2 thoughts on “C’era una volta”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...