Arriva l’inverno

Enzo Biagi se n’e’ andato, alla fine.

Giornalista, scrittore, ex partigiano, sicuramente una delle voci critiche piu’ amate in Italia, negli ultimi giorni si era espresso sulle proprie condizioni come solo lui poteva fare, citando Ungaretti, quell’Ungaretti che parlava dei soldati della “grande guerra”: “Mi sento come le foglie su un albero in autunno, ma tira un forte vento”.

Credo che qualcuno, da qualche parte, e nonostante le pubbliche affermazioni di segno opposto, stia segretamente festeggiando, ora. Ma questo qualcuno, stia certo, al momento del proprio trapasso non sara’ ricordato con altrettanta simpatia, ne’ altrettanto rimpianto.

foglie_autunno.jpg

Annunci

4 thoughts on “Arriva l’inverno”

  1. Dilettissima Uppe,
    ma chi pensi che stia festeggiando? A me pare un coro unanime. È vero che precisi “nonostante le pubbliche affermazioni di segno opposto”, ma resto comunque perplesso. Giornali e TV hanno mostrato una compattezza granitica, se non sbaglio.
    Ed è questo che insospettisce. Per quanto Biagi fosse una stimabilissima persona, anzi proprio per questo, avrebbe dovuto trovare qualche avversario.
    “Le masse manipolate le riconosci da questo: devono amare e odiare secondo copione, tutti allo stesso modo”. Mumble mumble.

  2. Ti linkerei la vignetta di Vauro sul manifesto di ieri, ma non riesco a trovarla.
    Ed e’ un “coro unanime” solo perche’ se qualcuno si azzardasse a parlarne male ora verrebbe linciato. Ma stai certo che Biagi di nemici ne aveva eccome; e stai pure certo che hanno festeggiato la sua dipartita.

    Quanto al mumbling, mi pareva fosse chiaro che si riferiva ad altro: non a certe figure che, per nostra fortuna, ancora esistono e riescono a raccogliere il consenso e l’affetto spontaneo di moltissima gente, ma a quegli amori e a quegli odi che non hanno una base concreta, bensi’ mediatica: l’ultima moda, l’ultima star dell’ultimo reality o talk show, o l’ultima campagna di odio contro una minoranza qualsiasi.

  3. Cara Uppe,
    intanto, auguri calorosi.

    Quindi, visto che mi par di cogliere un po’ d’irritazione, in quel che scrivi, ti faccio subito le mie scuse. E te le faccio a cuor leggero, perché 1) non ho interrotto alcuna conversazione; 2) non voglio nascondere alcunché e 3) aver l’ultima parola è una ben magra soddisfazione.
    Del resto, ammesso e non concesso che i tre punti precedenti abbiano un minimo di senso nei riguardi di un altro interlocutore, con te non lo hanno davvero. Perché guastare uno dei pochi contatti stimolanti di cui dispongo?
    Ciò nonostante, devo aggiungere che ho capito benissimo quel che intendevi dire; ma la questione è se sia possibile, oggi, a livello di media, parlar bene di “certe figure che, per nostra fortuna, ancora esistono e riescono a raccogliere il consenso e l’affetto spontaneo di moltissima gente”. Parlar bene senza eccezioni, intendo, visto che perfino di padre Pio o di madre Teresa si riesce a dir male.
    È questo che mi costringe ad attribuirti quella “disarmante ingenuità” che, forse, non accetti e che invece mi sembra la tua più bella caratteristica. Del resto, con una Luna in Cancro congiunta a Giove e un Mercurio in Sagittario, come si fa ad esser cinici?

    Ciao da un Ipo in attesa di perdono.

    1° P.S. “Senza nemmeno avvertire”, mi rimproveri. Ma ero certo della tua venuta, come tu puoi esser certa delle mie. Ad ogni buon conto, il presente commento appare qui e qui, in perfetta stereofonia.

    2° P.S. Se mi dici anche l’ora [di nascita], posso essere più logorroico.

    3° P.S. Non m’ero posto l’alternativa tra esserci e farci. Lo sono fin dalla nascita, ahimé.

  4. Grazie degli auguri. :)

    Si, lo so che tu passi di qui e io passo di la’, ma si spezzano le conversazioni e non ci si capisce piu’ un ciufolo…

    Quanto al parlar bene di certe figure senza eccezioni, non era quello che intendevo dire: volevo dire che, nonostante i media, alcune persone, pochissime, grazie alle loro qualita’ personali sono benvolute da moltissima gente (non tutta); come successe appunto a Biagi, che continuo’ ad essere apprezzato anche dopo l’editto bulgaro e la caterva di malignita’ che gli venne gettata addosso.

    Abbastanza stupefacente che tu ti interessi anche di astrologia. Comunque, sono nata verso le 11,20 del mattino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...