De Grillo

Segnalo questo post di Pape su Beppe Grillo, con cui concordo in larghissima parte.

Sempre a proposito di Grillo, se gia’ non l’avete fatto leggetevi cio’ che ne dice Gennaro Carotenuto, qui (sul V-Day) e qui (sulle dichiarazioni di Mazza).

7 thoughts on “De Grillo”

  1. beh, sostanzialmente sono daccordo anch’ io, ciò non toglie che alcune proposte sono valide. Per esempio in generale il no ai condannati in parlamento è valida, però bisognerebbe distinguere tra reato e reato…..

  2. È assa ben scritto quel post che hai linkato. L’analisi è ineccepibile. Quella frase di Prodi, “i cittadini non sono migliori dei politici” è insultante – come dice Blondet – ma rivelatrice. Se si contrappongono cittadini a politici, che dovrebbero coincidere, vuol dire che non siamo in un regime democratico, ma aristocratico od oligarchico. E, se l’aristocrazia o l’oligarchia non sono migliori del popolo bue, c’è poco da stare allegri.
    Il pezzo di Carotenuto, che già avevo letto grazie alla tua precedente segnalazione, m’ha fatto scrivere un noiosissimo post che, se hai tempo e soprattutto voglia, trovi qui.
    Ciao. Ipo

    P.S. Mi sono permesso di linkarti, per le motivazioni che trovi qui. Giacché c’ero, mi sono preso anche la licenza di scherzare con te nel template, sotto i due pesci rossi. Se non ti sta bene, cancello quella battuta.

  3. Hihi!
    Divertente il post di Carotenuto su Mazza!

    Per quel che riguarda il post di Pape su Grillo ho già risposto sul suo blog, ma mi chiedo perchè noi di sinistra dobbiamo sempre dividerci sui distinguo quando in realtà ci battiamo, in fondo, per gli stessi scopi… :(
    D’ accordo, il fine non giustifica i mezzi, ma Grillo non parla di bombe e grilletti, e andare a tirar fuori tutti i motivi per cui ci può stare antipatico, pur se lecitissimo, mi sembra che faccia solo il gioco degli “altri”.

  4. @rubi
    Piu’ che altro bisognerebbe rispettare la legge, cioe’ la sentenza definitiva. Fa rosicare anche me, pero’ non e’ dando l’esempio sbagliato che si aggiustano le cose.

    @ipo
    L’avevo gia’ segnalato? Sono fusa.
    Mi hai fatto ridere assai con la faccenda del boccone del prete. E la battuta sotto i pesci va benissimo. :D
    Mo’ leggo il post. :)

    @Puk
    Questa faccenda del “dividersi fa solo il gioco degli altri” mi ricorda troppo da vicino il “votare turandosi il naso”, logica che ho abbandonato senza rimpianti. Tanto e’ sempre la stessa zuppa.

  5. Per Rubimasco:
    ———————-
    Art. 29 Casi nei quali alla condanna consegue l’interdizione dai pubblici uffici
    La condanna all’ergastolo e la condanna alla reclusione per un tempo non inferiore a cinque anni importano l’interdizione perpetua del condannato dai pubblici uffici; e la condanna alla reclusione per un tempo non inferiore a tre anni importa l’interdizione dai pubblici uffici per la durata di anni cinque.
    La dichiarazione di abitualita’ o di professionalita’ nel delitto, ovvero di tendenza a delinquere, importa l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.
    ———————-
    E’ possibile che la legge possa essere indurita, ma nella sostanza esiste già. E mi sembra che Grillo un po’ ci marci a far credere che non ci sia.

    Faccio un esempio, il deficiente che ha tirato il petardo a Torino allo stadio, è stato condannato ad un anno di reclusione. Lo interdireste in maniera PERPETUA? Io no.

    Ma per esempio interdirei in maniera perpetua qualunque pubblico ufficiale fosse beccato anche in casi minimi di peculato…

  6. >Ma per esempio interdirei in maniera perpetua qualunque pubblico ufficiale fosse beccato anche in casi minimi di peculato…<

    Eh, magari.

    Il problema non e’ l’assenza delle leggi (anche se andrebbero corrette, certo), ma il sistema giudiziario italiano, i tempi processuali biblici che fanno si’ che chi e’ sotto processo possa restare ancora a lungo attaccato alla propria poltrona e continuare a far danni. E pesa parecchio anche l’attitudine italiana alla faccia di bronzo, almeno per quanto riguarda la classe politica: altrove si dimettono per cose molto meno gravi che non le imputazioni a carico di un certo numero dei nostri parlamentari…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...