La colonia atomica

stoneax.jpgSiamo una colonia. E come ogni colonia, non abbiamo diritto di gestirci il territorio come ci pare e piace. Chi ci ha colonizzato ci lascia credere di essere liberi e intanto tesse accordi direttamente coi nostri governanti – quelli che, almeno in teoria, dovrebbero essere i nostri rappresentanti – e scavalca allegramente le leggi dello stato, i trattati internazionali, la volonta’ dei cittadini.

Lo si sapeva da un bel pezzo, che sul territorio italiano sono presenti armi atomiche statunitensi; lo si sapeva, ma non c’erano conferme ufficiali. Beh, ora queste conferme sono arrivate e da una fonte difficilmente smentibile. In Italia sono stoccate 90 testate atomiche (in tutt’Europa le atomiche USA sono 481), 50 nella base di Aviano e 40 in quella di Ghedi. “E questo anche se l’Italia ha sottoscritto i trattati internazionali di non proliferazione, anche se la legislazione italiana lo vieta espressamente con la legge 185 del 9 luglio 1990, e anche se c’è stata la dichiarazione italiana di non far parte del «club atomico» con tutti gli obblighi internazionali che ne derivano.” Ma nessun trattato internazionale, legge nazionale o volonta’ degli italiani evidentemente puo’ qualcosa contro l’accordo segreto tra Italia e USA, denominato “Stone Ax”, rinnovato dopo il 2001.

Ma c’e’ di piu’. Da un servizio di radiopopolare del gr delle 19.30 di oggi:

“[a Ghedi] la situazione e’ ancora piu’ grave, se possibile, perche’ e’ una base interamente italiana, quindi li’ le atomiche sono di fatto custodite dai nostri soldati e la violazione del trattato e’ ancora piu’ palese.”
(Giuseppe Rizzardo, membro del comitato “Via le bombe”)

E ancora: le atomiche di Ghedi sono si’ americane, ma non sono qui perche’ potrebbero servire agli USA, servono a noi.

“The weapons continue to be earmarked for host nation use – scrive l’analista – and delivery by the national air force”. Cioè sono bombe nucleare assegnate all’Italia e il cui lancio spetta all’Aeronautica italiana.

L’articolo (di cui consiglio vivamente la lettura integrale) continua cosi’:

Quale differenza di violazione dei patti internazionali c’è tra gli armamenti nucleari cinesi e l’addestramento cinese condotto sui piloti della Corea del Nord, e l’armamento nucleare Usa e dell’addestramento Usa condotto sui piloti italiani? Perché la Corea del Nord è sotto accusa per violazione del Trattato di non proliferazione e l’Italia invece no?

Gia’, che differenza c’e’? Che da una parte ci sono i cinesi, padroni cattivi, e dall’altra gli USA. E noi stiamo con i padroni buoni.

5 thoughts on “La colonia atomica”

  1. E che si commenta a un post così? Che vergogna… c’era pure un referendum contro il nucleare, ovviamente quello era relativo all’energia e ci sono pure i sondaggi che gli Italiani non vogliono tornare al nucleare, noi non lo abbiamo mai abbandonato..

  2. ma poi le bombe le usano come pare a loro, o mi sbaglio? ci pagano almeno qualcosa per la funzione di babysitter? peraltro la tariffa dovrebbe essere maggiorata, dato che questi non sono certo bambini qualunque :)

    alek

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...