Sub-destra

Un’invettiva incazzata e liberatoria dritta dritta dalle penne dei Wu Ming, che gli dei li benedicano.

‘Sto tossico compost di cetomediume vigliacco, eterna piccola borghesia razzista, massa omologata individualista annegata nell’abitudine, base sociale d’ogni fascismo e fascismetto, merda che olezza di merda… Questa ex-sinistra ormai sub-destra che, anziché muovere guerra alla povertà, muove guerra direttamente ai poveri e lo fa perché li odia, i poveri, li odia biliosamente, dal profondo delle budelle, prova ribrezzo per i poveri, perché puzzano, sono d’intralcio, sono pre-moderni, questa ex-sinistra dei vigili coi tonfa, questa ex-sinistra in piena “modenizzazione” (non è un refuso) che firma per aprire i CPT anziché per chiuderli, che rincorre e afferra al lazo gli istinti più ferini e prevaricatori, che fa l’apologia criminogena della roba, gli sghei, e in cambio di un voto “moderato” che non esiste (che significa essere “moderati”? Essere un po’ contro le unioni civili? Essere moderatamente contro l’eutanasia? Essere al 50% come Schifani?) vende “sicurezza” a chi è già al sicuro, al contempo deturpando la vita e la dignità di chi campa appeso a un filo, questa ex-sinistra ormai sub-destra che ha trasformato la mediazione al ribasso in vera e propria masturbazione, vi si dedica gemendo di piacere, e ha come unico referente l’Homunculus, l’Homunculus che spia dalle persiane e teme, trema e teme, ha paura di tutto e di tutti, vive un terrore prefabbricato e media-stimolato come falso veder bestia quand’ombra (Inferno, canto II, 48)… Noi la disprezziamo, l’ex-sinistra ormai sub-destra, dello stesso disprezzo che essa riserva ai disperati. I lavavetri come emergenza nazionale, si scomodano i ministri, che la farsa sia con noi. Ipocrita idolatria della “legalità”, Legalità con la Maiuscola, legalità placebo di ogni male, in un paese dove si iper-legifera per accontentare ogni lobby e cordata e non vi è norma che non sia in contrasto con mille altre. Questa ex-sinistra ormai sub-destra. Questa cofferateria diffusa. Fa male constatarle ma fa bene dirle, queste cose. Cazzo, sì, fa bene dirle. Tacendole s’intorbidano le acque. Tacendole si uccide la speranza che rimane.

4 thoughts on “Sub-destra”

  1. Eh, i Wu Ming sono sempre i Wu Ming…
    Gli unici veri comunisti ancora rimasti in Italia mi sa (avercene!).

    I perfectly agree in particolare quando dicono “Tacendole si uccide la speranza che rimane”.

  2. Come darti, e dar loro (ai Wu Ming) torto? Il guaio è che la depressione rimane, la speranza se l’è squagliata da tempo e, a dormire sotto i ponti, c’è rischio di veder arrivare la paura. Che fare?
    Ciao. Ipo

  3. Mah… intanto non ascoltare certe scemenze che ci propinano i giornali, come quella della depressione del post precedente. E piu’ in generale non dar retta ai media quando ci propinano il “terrore prefabbricato”. E continuare a parlarne, appunto. Certo, sono azioni piuttosto marginali, ma mi sembra che, date le attuali condizioni, sia fondamentale mantenere desto lo spirito critico.

  4. Depressione?!?

    Devo dedurne che vi drogate con la marijuana, quella nuova varietà vero?
    In casa, in ufficio… e persino in chiesa, leggo!

    Vergogna! La schizofrenia sarà un ben meritato castigo divino per voi!
    Pentitevi!!!

    Puk

    (PS: lo spirito critico è anticristiano, fa piangere la madonna e tu lo sai, peccatrice!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...