Animali estivi

Il caso Unipol-Antonveneta torna alla ribalta della cronaca, ma siamo in estate e quindi la gente non ci bada.

La gip Forleo ha inviato al Parlamento la richiesta di poter utilizzare le famose intercettazioni in una procedura penale contro il terzetto piu’ famoso (D’Alema, Fassino e Latorre) e tutti gli altri. Altro che sostegno da tifosi, la gip dice che i personaggi in oggetto

“appaiono non passivi ricettori di informazioni pur penalmente rilevanti né personaggi animati da sana tifoseria per opposte forze in campo, ma consapevoli complici di un disegno criminoso di ampia portata

 

Su tutt’altro fronte, giunge dall’Iran una notizia curiosissima, al limite della farsa: la polizia iraniana avrebbe catturato sul confine (quale confine?) una dozzina di scoiattoli dotati di “piccoli sensori”, che, secondo le fonti, sarebbero stati utilizzati da “intelligence straniere” per spiare.. non si sa cosa. Il capo della polizia ha detto che “Hanno fermato i [sic] scoiattoli prima che potessero agire”

Non so, a me pare talmente incredibile che tendo a pensare a un messaggio comprensibile solo a pochi, piuttosto che non ad un manipolo di animaletti usati davvero con quello scopo.

 

Infine, la notiziola all’italiana: la Cassazione ha deciso che si puo’ dare del fascista a un politico, ma non a un comune cittadino.

E mi trovo involontariamente d’accordo con Alessandra Mussolini:

Una sentenza idiota e classista – ha commentato all’Adnkronos Alessandra Mussolini – perché fa una discriminazione fra cittadini. Voglio ricordare alla Suprema Corte che il politico è un rappresentante del popolo”.

Ma non e’ mica colpa mia, eh. Giuro.

2 thoughts on “Animali estivi”

  1. Per come la vedo io, se per “fascista” si intende “arrogante e prevaricatore”, è una “legittima critica politica” anche per un normale cittadino. Nessuno mi cita per diffamazione o calunnia se gli dico che è arrogante, vuol dire solo che io penso che è arrogante. (poi magari non è vero, ma non esiste una legge che proibisca di mentire).
    Se io penso che uno è fascista, credo di avere diritto di dirglielo, politico o meno che sia, e se poi lui è fascista davvero, mica si offende!
    Però l’articolo non è chiaro. Dov’è che la sentenza stabilisce che “fascista” detto ad un comune cittadino, è un insulto?

  2. °°Si può dare del ‘fascista’ al politico, guai invece a definire come tale un comune cittadino. Lo sancisce la Cassazione, secondo la quale se nel primo caso la parola non è altro che una “legittima critica politica” anche se “aspra”, nel secondo caso il termine è “certamente offensivo perché mira a dipingere” il cittadino “come arrogante e prevaricatore”.°°

    Comunque si, e’ totalmente privo di senso. In effetti se dai dell’arrogante e prevaricatore a un tizio qualsiasi, mica ti puo’ denunciare. Boh. Il caldo avra’ dato alla testa anche ai giudici di Cassazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...