Anche i ricchi piangono

Mah…

Leggo che in casa Agnelli c’e’ burrasca a causa di questioni ereditarie.

Margherita Agnelli contesta un accordo con cui in precedenza aveva rinunciato a non so piu’ che diritti sul patrimonio paterno, in cambio di 109 milioni di euro e di immobili per altri 50 milioni di euro. Fanno 159 milioni di euro, circa 300 miliardi delle vecchie lire. E non le bastano, con ogni evidenza.

Ho provato ad immaginarmi come sarebbe la mia vita con tutti quei soldi, cosa ci farei, in cosa li impiegherei. Mi sono resa conto che sarebbero troppi. Ho esigenze molto modeste, ma anche chiedendo alla vita un po’ di piu’ di quel che chiedo io, anche avendo una famiglia e dei figli a cui pensare, mi sembra comunque una cifra incredibile, soprattutto se paragonata a quel che possiede il resto del mondo. Come diavolo si fa a volerne di piu’? Con che faccia? Si e’ mai guardata intorno, la signora? Ha mai messo il naso fuori dal suo dorato castello per vedere come vive la gente normale?

Ok, sono io quella fuori luogo, me ne rendo conto. Ho sbagliato pianeta, c’e’ stato un disguido al momento dell’assegnazione della destinazione. Perche’ poi queste storielle finiscono sui rotocalchi e la gente le legge e non ci trova niente di strano; e a me sembra di vivere in un mondo di pazzi. E non trovo l’uscita.

3 thoughts on “Anche i ricchi piangono”

  1. Eh ma sai; ci sono le azioni, le controazioni, le stock options, e gli investimenti e gli interessi degli interessi sugli interessi e tricchebballacche, Cosa ne capiamo noi della roba da ricchi?
    Per poi finire come nella storiella del ricco imprenditore e del pescatore: “Ma alla fina cosa farebbe?” “Alla fine mi ritirerei a vita privata, per starmene tranquillo a pescare in riva a un fiume” “Ecco, è quello che io già faccio” :-D

  2. Hai ragione, su questo pianeta la ricchezza è ammirata e invidiata e non è considerata disdicevole.
    Ieri sono andato per la prima volta a vedere l’appia antica, che è una strada con selciato e rovine romane e, ma questo non c’è scritto da nessuna parte, ville enormi, recinzioni e cartelli di proprietà privata.
    La gente non sembrava disapprovare nè la privatizzazione del verde e delle vestigia romane, nè i suv che arrancavano sui lastroni (nei festivi la via è chiusa alle macchine- esclusi i residenti) anzi sbirciava con ammirazione al di là dei muri oppure guardava i nomi sui citofoni, sperando di trovare nomi di gente che ha visto in tv.

  3. Penso – e me ne convinco sempre piu’ – che cio’ che possediamo in realta’ ci possieda. Ce ne accorgiamo quando perdiamo qualcosa, per esempio.
    Possedere tanti ma tanti soldi deve mettere in uno stato di perenne tensione, per cui la realta’ si deforma e si perde (se mai lo si ha avuto) il senso della misura, ma anche il senso di se’, credo.

    Si, i lettori dei vari settimanali di gossip, veline, calciatori, nani e ballerine ammirano quel mondo e vorrebbero farne parte. Io l’ho fugacemente toccato con mano diversi anni fa, in quel di Porto Cervo, gabbia dorata e quinta teatrale in cui si va per recitare una parte; e mi e’ bastato per il resto della vita. L’ammirazione del popolino e la “recita” di se stessi dei vip – o di chi si atteggia a vip – sono interdipendenti, gli uni non potrebbero fare a meno degli altri. Alla fine, se una sovrabbondante ricchezza non basta, nonostante possa garantire un’intera vita tranquilla, se si vuole altro denaro, sempre piu’ denaro, la ragione puo’ essere anche quella: mostrarlo, come i tatuaggi tribali o i denti di pescecane al collo o le teste dei nemici uccisi. Ma vivere in funzione dell’ammirazione altrui e’ molto triste, almeno tanto quanto vivere sognando di essere dall’altra parte, tra quelli che si fanno ammirare, anziche’ confusi tra la folla anonima di quelli che ammirano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...