Morbo Sarkozy

Ah, ha vinto Sarkozy.

A me “Sarkozy” ricorda irresistibilmente il “sarcoma di Kaposi”, di cui sembra la contrazione. Una bruttissima malattia, insomma.

Qualcosa del genere devono pensarlo anche quelle migliaia di persone che ieri notte, dopo l’annuncio della vittoria del candidato delle destre, hanno scatenato rivolte in tutta la Francia. Mi pare di notare che i media siano un po’ restii a parlarne, ma forse e’ una mia impressione.

Berlusconi, comprensibilmente, esulta:

“Sarkozy condivide gli stessi valori e gli stessi principi che sono alla base del nostro impegno politico e il programma che egli ha presentato ai francesi coincide sostanzialmente con il nostro”

Fossi nei francesi, mi preoccuperei.

Prodi e’ altrettanto contento, almeno a giudicare dalle sue dichiarazioni:

Caro Nicolas – scrive Romano Prodi al nuovo inquilino dell’Eliseo – desidero farti giungere le mie più sincere, amichevoli ed affettuose felicitazioni per la tua bella vittoria elettorale e per la nomina alla presidenza della Repubblica francese”

“Il mio paese, il mio governo e io personalmente – conclude il premier – continueremo a guardare alla Francia come a un alleato centrale e a te personalmente come ad un amico“.

Fossi negli italiani, mi preoccuperei.

4 thoughts on “Morbo Sarkozy”

  1. Ah, questa non la sapevo.
    Non mi meraviglia, pero’; con quella sua aria paciosa di emiliano tirato su a gnocco e salumi, a me sembra sempre piu’ un prete di campagna, ma senza la spina dorsale di un don Camillo. E soprattutto senza un Peppone che lo svegli a suon di calci, che dei Pepponi si e’ perso lo stampo.
    Prodi e’ originario di queste parti e viene in vacanza tutte le estati in un paese a una quindicina di km da qui. Non so quanti veri amici gli siano rimasti, nella zona; se dovessi scommettere, direi pochi. Siamo lenti all’ira e propensi alla comprensione, nonche’ sempre abbastanza stupidamente campanilisti, ma credo che il “professore” abbia ormai tirato troppo la corda anche per i piu’ pazienti. Le voci che si raccolgono in giro non sono delle piu’ positive; e qui siamo praticamente “a casa sua”…

  2. Tu puoi pensare e preoccuparti quanto vuoi.
    Nicolas è stato ELETTO !!!!!!
    Chi spacca le vetrine non ti preoccupa?
    Li giustifichi?
    Non sopporti la democrazia?
    Sei solo un patetico comunista antidemocratico.
    Ancora anche dalle tue sinistre parti però c’è chi accetta le sconfitte senza bisogno di bruciare auto.
    IMPARA,o vai ad abitare in Iran.

  3. >Tu puoi pensare e preoccuparti quanto vuoi.
    >Nicolas è stato ELETTO !!!!!!

    Eh, e’ proprio questo che mi preoccupa.

    >Chi spacca le vetrine non ti preoccupa?
    >Li giustifichi?

    Certo che no, anche perche’ non serve a niente. L’ho fatto notare perche’ sono un sintomo.

    >Non sopporti la democrazia?

    Al contrario, penso che ce ne sia troppo poca.

    >Sei solo un patetico comunista antidemocratico.

    Ci sono almeno tre errori in questa frase.

    >Ancora anche dalle tue sinistre parti però c’è chi accetta le sconfitte senza >bisogno di bruciare auto.

    Accettare le sconfitte non significa mandare il cervello al macero e smettere di pensare. O smettere di criticare.

    >IMPARA,o vai ad abitare in Iran.

    In Iran magari no, ma me ne andrei volentieri altrove. E proprio perche’ ho imparato qualcosa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...