Prodi & bigotti

Mi era venuta la tentazione di commentare l’elegante svicolamento di Prodi sui dico ( “Sulle unioni di fatto il governo ha presentato un suo disegno di legge in Parlamento e con questo ha esaurito il suo compito”), ma non ce n’e’ bisogno, perche’ tra le notizie di oggi c’e’ questa:

l’Italia e’ il paese piu’ bigotto tra una ventina di paesi occidentali presi in esame, secondo uno studio di due ricercatori che hanno rielaborato i dati di una ricerca dell’Human Believes and Values Survey (qui il pdf della ricerca) che “si basa su domande che rilevano la disponibilità dei cittadini ad accettare come vicini di casa diverse categorie di persone: islamici, lavoratori immigrati, ebrei, omosessuali, o semplicemente persone di razza diversa.” Cito dal commento sul sito della UAAR:

Cavalcare paure è più facile che affrontare dibattiti critici e aiuta a tenere buone le masse, perché asseconda le loro fobie. E’ per questo che tante volte i leader politici e religiosi preferiscono costruire le loro campagne sui pregiudizi razziali, religiosi, sessuali piuttosto che su visioni moderne della società e informazioni corrette ed adeguate.

*°*°*°*°*°*°*°*°*°*

Tanto per dimenticare un po’:

succede che una anziana signora di San Giorgio a Cremano trovi una bomba tra le patate che aveva comprato al mercato. La signora si e’ accorta che non si trattava di una patata quando l’ha lavata assieme alle altre. Il furrrrrbo giornalista della Reuters Italia scrive: “La bomba ricoperta di terra assomigliava molto a una patata, ma era solo un po’ più pesante. Cosa sarebbe successo se l’avesse cucinata senza accorgersene?

Si vede che dalle sue parti le patate si cucinano senza prima venir lavate. O magari a lui non e’ mai capitato di cucinare patate. Direi la seconda.

 

Poi c’e’ la notizia della luna rossa. No, non quella con le vele, quella vera: un’eclissi di luna nella notte di sabato prossimo. Molto meglio della tivvu’, e senza stacchi pubblicitari.

4 thoughts on “Prodi & bigotti”

  1. resta una questione di fondo: i leader politici sfruttano consapevolmente gli umori più profondi di una nazione o sono essi stessi l’espressione di fobie o pregiudizi?

  2. Bella domanda.
    Forse entrambe le cose, con un distinguo riguardo al livello di importanza del politico. Piu’ su vai, piu’ la consapevolezza di come funziona la mente collettiva e’ presente e viene sfruttata per manipolarla, mentre nella “base” sono piu’ ingenui, almeno nella media.
    Mah, in realta’ e’ solo un’idea, probabilmente derivata dalla profonda sfiducia che ormai ho maturato verso i politici “professionisti”. Quando penso a questo genere di cose, mi viene in mente papa Leone X che, agli inizi del XVI secolo, dichiaro’: “Ci ha servito bene, questo mito di Cristo” [in realta’ ci sono controversie sull’attribuzione della frase a Leone X, poiche’ appare per la prima volta in uno scritto del XVI secolo di un polemista inglese; ma dato il periodo storico e gli approfonditi studi umanistici di Leone X, non e’ affatto improbabile che l’abbia pronunciata davvero].

  3. E’ un credito decisamente originale. :)
    Qui da me (appennino tosco-emiliano) si e’ vista molto bene, con un’apocalittica sfumatura rossa. So che in altri punti della penisola se la sono persa per presenza di nubi o foschia. Peccato, era un bellissimo spettacolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...