Dio lo vuole

Ho sentito al gr di radiopop che Ratzinger e’ tornato a parlare di matrimonio.
Non per la prima volta ha espresso un concetto che si puo’ riassumere in “nessuna legge degli uomini puo’ invadere il campo della legge di Dio”.
In sostanza, sta dicendo che uno stato sedicente laico come l’Italia non si deve permettere di legiferare in campi in cui la chiesa (la chiesa, mica Dio) abbia qualcosa da dire. Questo assoluto ed arrogante disprezzo per la sovranita’ di uno stato e per la volonta’ dei cittadini va ben oltre la semplice espressione di opinioni, consigli e moniti ai propri fedeli, che sarebbe in se’ accettabile e logica. E la reiterazione del concetto sembra voler incidere profondamente il messaggio nelle menti di chi assegna ancora alle parole del papa qualche valore. Pare che la chiesa abbia imparato bene la lezione della pubblicita’ e della comunicazione mediatica, per la quale quanto piu’ si ripete qualcosa, tanto piu’ questo qualcosa diventa vero, che lo sia o meno nella realta’. Il problema e’ che il “qualcosa” in questione e’ di fatto un arretramento di secoli, un ritorno ad un medioevo allucinato in cui i papi decidevano della sorte degli imperatori e degli stati e governavano il mondo in modo piu’ o meno diretto. Che il papa attuale non possa effettivamente decidere di deporre un presidente o un governo non fa molta differenza, l’atteggiamento e’ sempre quello: Dio lo vuole, e io sono il portavoce di Dio; se non ci credi e non riconosci la mia autorita’, sei tu quello sbagliato e la tua opinione non conta.

Annunci

10 thoughts on “Dio lo vuole”

  1. ehi, qualcuno ogni tanto sembra svegliarsi momentaneamente dal torpore: d’alema non ha preso bene le ingerenze clericali sui dico.
    che poi, “dico” qui da noi è una catena di discount: o perché gli danno noia? mah.
    ma soprattutto, questo verdino abbagliante dà una noia che è roba dell’altro mondo.

  2. Oh, dico, lasciami giocherellare in pace, possibile che tu ti debba lamentare sempre? :P
    Le proteste di baffino mi sembrano piu’ di facciata che altro; quando si tratta di legiferare, sta certo che se ne ricordano.

  3. Niente di che, azzu’, non e’ che ci sia molta scelta… comunque ho intenzione di cambiare periodicamente il template, che’ dopo un po’ mi stufo, quindi il salta avra’ di che brontolare ancora. :D (tutto ‘sto casino perche’ non c’e’ modo di vedere le modifiche senza applicarle al blog)

  4. Da Wikipedia:
    Il bonobo (Pan paniscus, Schwarz 1929) è una grande scimmia antropomorfa altrimenti nota come scimpanzé pigmeo o scimpanzé nano[…]

    Lo conosciamo come il più vicino all’essere umano (per cui supera anche il comune scimpanzé) ma la cosa che lo distingue di più è l’organizzazione sociale basata sulla conciliazione piuttosto che sulla dominazione. Le relazioni tra individui funzionano su un piano di uguaglianza. I conflitti sono gestiti in maniera essenzialmente non violenta, dove il sesso interviene come un’alternativa all’aggressività. Nello stesso modo, capita spesso che un membro del gruppo pratichi degli atti sessuali con l’obiettivo di piacere ad un altro membro o per ridurre le tensioni sociali (un individuo subordinato può ad esempio utilizzare degli atti sessuali per calmare un individuo più forte ed agressivo). La frequenza dei rapporti è eccezionale nel regno animale, superiore a quella di tutti gli altri primati, e la femmina infatti mette al mondo un piccolo ogni 5 anni (all’incirca come gli scimpanzé). La varietà delle pratiche è ugualmente sorprendente perché possiamo osservare correntemente i casi di sesso orale e di omosessualità.

    —————————–

    La legge di Dio è diversa! Si basa sulla famiglia uomo-donna, sulla monogamia!
    I bonobo passano il tempo ad inchiappettarsi allegramente quindi vanno contro la legge di Dio!
    Quindi: o la legge di Dio è diversa, o i bonobo vanno sconsacrati perché immorali.

  5. :D
    Possibile risposta di un prelato qualsiasi: i bonobo non hanno un’anima che possa essere dannata o salvata, quindi possono fare quello che vogliono.
    A noi invece toccano le lavate di capo, le ingerenze, le scomuniche. Insomma, era meglio nascer bonobo.
    Da qualche parte, mi pare in India, dicono che le scimmie fanno finta di non essere intelligenti per non lavorare. Secondo me fingono per non trovarsi qualche prete o papa tra i piedi a dir loro con chi possono scopare e quanto e come.

  6. Mi chiedo se quelli si rendono conto delle cose che dicono e ormai vanno avanti solo perché devono, altrimenti sarebbero obbligati a rimangiarsi tutto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...